skip to Main Content
Tagliare Un Blocco Di Granito Giallo

Tagliare un blocco di Granito Giallo

Come si taglia un blocco di Granito Giallo San Giacomo?

In passato la lavorazione del granito implicava l’utilizzo degli esplosivi per far distaccare la “fetta” di granito da cui poi si ricavano i blocchi dalla collina dove essa era posta.
Questo tuttavia comportava aspetti fortemente negativi
– la pericolosità oggettiva per l’uomo, dovuta al maneggio degli esplosivi ed ai rischi correlati ad esso
– la possibilità che il materiale estratto fosse poi rovinato dall’esplosione stessa, o comunque la perdita parziale di granito che non potesse essere lavorato
– il fatto che il paesaggio venisse deturpato da esplosioni che avrebbero anche compromesso la stabilità del terreno.

Oggi come si taglia il Granito Giallo San Giacomo?

Per estrarre il granito viene utilizzato il filo diamantato, che lentamente taglia la “fetta” di granito dalla collina dove essa è posta. Grazie a questo metodo si producono pochissimi pezzi di scarto  e si salvaguarda la cava rispetto all’uso dell’esplosivo.

Successivamente mediante l’uso di tagliablocchi, slitte che permettono un taglio preciso della”fetta”, essa viene segmentata in grossi blocchi che a loro volta vengono poi ridotti in pezzi più piccoli e successivamente sottoposti ad altre procedure di lavorazione a seconda dell’utilizzo che se ne deve fare.
Chatta con noi
Possiamo aiutarti?
Salve, possiamo aiutarti?